Falla di sicurezza nelle carte di credito/debito

Il post seguente è stato tradotto, previa autorizzazione, dal blog Schneier on Security

Ross Anderson segnala:

Le transazioni online con carte di credito o carte di debito, vengono validate sempre più dal sistema 3D Secure, contrassegnato come “Verified by Visa” e “MasterCard SecureCode”. Attualmente, è il sistema ad autenticazione unica maggiormente utilizzato, con oltre 200 milioni di titolari registrati. Sta diventando difficile effettuare acquisti online senza essere costretti ad usarlo.

In un paper che presenterò oggi alla Financial Cryptography insieme a Steven Murdoch, analizzeremo 3D Secure. Dal punto di vista ingegneristico, fa quasi tutto sbagliato e sta diventando un grosso bersaglio per il phishing. Allora perché ha avuto un tale successo di mercato?

Molto semplicemente, ci sono forti incentivi per l’adozione. I commercianti che ne fanno uso scaricano la responsabilità per frode alle banche, che a loro volta la scaricano ai titolari della carta. I sistemi ad autenticazione unica adeguatamente progettati, come OpenID e InfoCard, non possono offrire nulla di simile. Quindi questo è l’ennesimo caso in cui l’aspetto economico della sicurezza, trionfa sulla progettazione; ma in maniera talmente aggressiva da lasciare i titolari della carta meno protetti. Concludiamo con un suggerimento in merito a ciò che le autorità di regolamentazione bancaria potrebbero fare per risolvere il problema.

Fonte: Online Credit/Debit Card Security Failures


Posted in Bruce Schneier, Traduzioni inglese-italiano by with no comments yet.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>