pdf to word condivide oltre 360.000 documenti online

Convertire un documento da un formato a un altro è, da sempre, tutt’altro che indolore: che si tratti di formati ricchi di codice e di conseguenza più complessi (quali l’HTML), o meno (Word o PDF), fino al semplice testo (txt); il passaggio non è esente da errori, o dalla possibilità che qualcosa di leggermente più complesso (elenchi puntati, tabelle, immagini, grafici) venga reso come ci si aspetterebbe.

In questo caso, però, non ci troviamo di fronte a un problema relativo alla complessità del testo, o se il software esegua più o meno bene il proprio lavoro. Ma al fatto che i quasi 360.000 pdf caricati dagli utenti su un server Ftp tramite pdf to word (questo il nome dell’app “incriminata” su Google Play che aveva al suo attivo oltre 100.000 installazioni) di Ngoc Ha Dev (questo lo sviluppatore), fossero liberamente scaricabili e completamente privi della benché minima autenticazione o cifratura.

Come è facilmente intuibile i documenti caricati sul server non erano certo la lista della spesa, o i giocattoli da regalare a Natale ai figli ma anche dati estremamente sensibili: quali documenti d’identità (cv, passaporti, diplomi, carte d’identità), dati medici, assicurativi, processuali ma anche immagini private, scansioni di altri documenti, file musicali di altre app dello stesso sviluppatore.

Tutto questo è rimasto sul server per oltre due anni (dal 2016).
Inoltre il processo di “conversione” non era nemmeno compiuto dall’app stessa ma da un servizio online (tale online-convert.com).

Fonte

Written by admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.